Screening PFAS

Screening PFAS

Programma di monitoraggio della popolazione esposta all'inquinamento da PFAS

A partire da luglio 2013 la Regione del Veneto ha dovuto affrontare un’estesa contaminazione delle acque superficiali, sotterranee e potabili da parte di sostanze perfluoroalchiliche (PFAS), composti di sintesi poco biodegradabili e sospettati di esercitare effetti avversi sulla salute umana.

Il rischio sanitario associato a PFAS non è stato ancora ben caratterizzato e non vi sono valori limite di concentrazione nelle diverse matrici alimentari e ambientali condivisi a livello internazionale. La Regione del Veneto, in collaborazione con l’ISS e le Aziende ULSS interessate dalla contaminazione (AULSS 6 Euganea, AULSS 8 Berica, AULSS 9 Scaligera) ha avviato un piano di sorveglianza e presa in carico sanitaria della popolazione esposta a PFAS, in regime di esenzione.

La popolazione complessiva residente nei Comuni interessati dall’esposizione a PFAS (area di massimo impatto sanitario) è di circa 127.000 abitanti.

La popolazione target è costituita dai residenti di età compresa tra i 14 e i 65 anni (coorti di nascita dal 1951 al 2002), per un totale di circa 84.795 persone. Per quanto riguarda la competenza ULSS 9, la popolazione target è di 47.533 persone: 23.201 per il centro prelievo di San Bonifacio (comuni di Albaredo d’Adige, Arcole, Cologna Veneta, Pressana, Roveredo di Guà, Veronella e Zimella) e 24.332 per il centro prelievo di Legnago (comuni di Bevilacqua, Bonavigo, Boschi Sant’Anna, Legnago, Minerbe e Terrazzo).

Con DGRV 691 del 21 maggio 2018 è stata estesa la fascia di popolazione e l’area rossa.

La chiamata attiva della popolazione segue la modalità organizzativa dei programmi di screening oncologici, dando la precedenza alla popolazione più giovane. L’attuazione del piano è stata coordinata dal Centro Unico Screening del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda AULSS 8 Berica fino al 15/05/2018, e successivamente gestita dall’Azienda ULSS 9 Scaligera per i comuni afferenti.

Le attività di screening e di valutazione di secondo livello hanno l’obiettivo di:

  • permettere l’individuazione di eventuali patologie possibilmente legate all’esposizione ai PFAS;
  • consentire l’esecuzione di studi epidemiologici.

Sedi

Gli uffici ed i riferimenti per raggiungerci

Direttore

Informazioni sul Direttore del Dipartimento di Prevenzione

Personale

Il personale che lavora presso il Dipartimento di Prevenzione